Risvegli del bambino di notte

risvegli del bambino di notte

I risvegli notturni del bambino

Perché i risvegli del bambino di notte sono sempre numerosi anche quando ci sembra di aver fatto tutto il possibile? Cosa c’è che non va?

È importante comprendere che ciò che per i genitori sono solo dei tentativi per farlo addormentare, leggittimi e comprensibili in neo-genitori, per il bambino sono la costruzione di un vero e proprio percorso all’interno della sua routine di addormentamento, che una volta consolidato è difficile da scardinare. Ogni nuovo tentativo non fa altro che generare della confusione ed alimentare nuovi risvegli del bambino di notte.

risvegli notturni bambino

I comportamenti non intenzionali creano abitudini

Partiamo dal presupposto che non esistono colpe e che gli eventuali errori dei genitori sono del tutto non intenzionali. Cerchiamo ora di capire come i comportamenti non intenzionali alimentano i risvegli.

Tutto ciò che facciamo fare al bambino in maniera continuativa per addormentarsi quasi sicuramente crea un’abitudine. L’abitudine è legata alla ripetizione e richiama un comportamento. Faccio un esempio per rendere più chiaro il concetto. Se il bambino si addormenta con il biberon di camomilla nel lettino, ogni volta che si sveglierà vorrà di nuovo il biberon di camomilla per riaddormentarsi. Se per addormentarlo la mamma muove il lettino dondolandolo, ad ogni risveglio il bambino, non sapendo come riaddormentarsi chiamerà la mamma probabilmente attraverso il pianto.

Il compito del genitore sarà inizialmente quello di stilare una lista di tutti i comportamenti non intenzionali che si sono venuti a creare. Dopodiché sarà possibile intraprendere un percorso consapevoli che è necessario sostituire quelle associazioni abitudinarie che richiamano i risvegli notturni. Questo permetterà al bambino di attivare tutte le sue risorse aiutandolo a riscoprire la sua naturale modalità di addormentamento. Sarà allora che il bambino non necessiterà più di elementi esterni come il movimento, il biberon di camomilla o altro ancora per riaddormentarsi.

Ovviamente i risvegli notturni del bambino possono essere causati da innumerevoli ragioni. Esistono tanti altri motivi che meritano un approfondimento, l’importante è individuare la causa esatta altrimenti le strategie che si metteranno in atto saranno inutili.

richiedi consulenza resleeping

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *