Cura del moncone ombelicale

cura del moncone ombelicale

Il cordone ombelicale e la sua igiene

Il moncone ombelicale è quel pezzetto di circa 5 cm di lunghezza che viene lasciato dopo la recisione del cordone ombelicale. Il cordone ombelicale è essenziale durante la gravidanza per fornire al feto tutte le sostanze utili alla sua sopravvivenza.
È importante ricordare che il cordone ombelicale, e successivamente il moncone ombelicale, non contiene fibre nervose sensitive. Per questo motivo il neonato non avverte nessun dolore al momento del taglio, al tocco o alla sua caduta. La cura del moncone ombelicale ha l’obbiettivo principale di permettere il suo essiccamento, e ciò avviene intorno al 10° giorno dalla nascita.

cura del moncone ombelicale
Fasi della caduta del moncone ombelicale

10 consigli per la cura del moncone ombelicale

Ecco di seguito come fare per la medicazione e la cura del moncone ombelicale:

  1. Lavare le mani accuratamente con acqua e sapone prima e dopo la manipolazione del moncone ombelicale.
  2. Controllare che il moncone sia pulito. In caso di feci o urine presenti nel moncone ombelicale è indispensabile toglierle con acqua aiutandosi con una garza. Assicurarsi che non vi rimanga alcun residuo.
  3. Asciugare il moncone ombelicale con attenzione utilizzando un panno assorbente facendo particolare attenzione ad asciugare tutto intorno nell’intersezione con la pelle sottostante.
  4. Non utilizzare alcol. In passato era abitudine utilizzarlo, ma recenti studi hanno dimostrato che è più efficace non usare nessuna sostanza. In questo modo si riducono i tempi di essiccamento del cordone.
  5. Non utilizzare retine elastiche per avvolgere il moncone.
  6. Utilizzare una garza sterile per creare un piccolo nodo (non troppo stretto) alla base del moncone.
  7. Il moncone ombelicale deve essere lasciato fuori dal pannolino, ripiegando quest’ultimo verso l’esterno e verso il basso.
  8. Evitare il bagnetto completo per favorire una cicatrizzazione completa. È possibile lavare tutto il corpo del bambino con l’aiuto di una spugnetta.
  9. Evitare di tirare il moncone ombelicale anche se è tenuto adeso all’ombelico solamente da un cordoncino sottile e secco: abbiate pazienza e lasciate che cada da solo.
  10. Non preoccuparsi se si nota qualche crosticina o del sangue secco intorno al moncone ombelicale. È assolutamente normale.
cura del moncone ombelicale

Quando è opportuno consultare il pediatra?

Nel caso in cui si dovessero presentare uno dei seguenti segni o sintomi è consigliato recarsi dal pediatra.

  • Arrossamento nella zona ombelicale, con la presenza o no di edema (gonfiore causato dall’accumulo di liquido linfatico)
  • Il moncone continua a sanguinare
  • Presenza di secrezione tendente al giallastro (pus) accompagnato, a volte, da un cattivo odore
  • Febbre
  • Il neonato dorme troppo (letargico) o mangia troppo poco

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *