Culla o lettino?

culla o lettino

Culla o lettino?

Dove è meglio che faccia la nanna il nostro bambino? Culla o lettino? Questa è una delle tante domande che si pongono i genitori, soprattutto i genitori alla loro prima esperienza.

La culla

La culla del neonato può andare benissimo nei primi mesi di vita del bambino perché da una piacevole sensazione di sicurezza e ricorda l’ambiente stretto del grembo materno. Va usata con un fondo rigido e piatto e con un materassino sottile e rigido. Niente cuscini per i primi mesi di vita del bambino (leggi qui), a meno di indicazioni specifiche del vostro pediatra. Un modello con le ruote è consigliabile per poter spostare facilmente la culla da una stanza all’altra. La culla andrebbe usata fino al sesto mese.

Il lettino

Anche se siete amanti della culla, dal sesto mesi di vita in poi diciamo che si rende necessario ed inevitabile passare al lettino perché la culla inizia ad essere troppo stretta per il bambino. Tra le prime cosa da fare vi suggeriamo di coprire con dei paracolpi le sponde del letto, in modo da evitare che il bambino possa farsi male girandosi durante il sonno. Preferite un lettino con delle doghe perché aiutano il bambino a mantenere la corretta postura durante il sonno e in più si ha il vantaggio di una maggiore traspirazione. Il materassino deve essere sufficientemente rigido ed è possibile scegliere tra tantissimi modelli in commercio.

culla o lettinoQuale lettino scegliere per la nanna?

Che sia un lettino Ikea, Prenatal, della Chicco o altri marchi, ricordate che una delle cose più importanti è che ogni prodotto deve essere conforme agli standard e alle normative Europee. Ad esempio l’altezza delle sponde deve essere di almeno 60  cm per evitare che il bambino possa scavalcare il lettino con estrema facilità. Altro requisito è la distanza tra una stecca e l’altra che deve essere compresa tra i 6 e i 7 cm, questo per fare in modo che il bambino non possa infilare la testa tra gli spazi delle sbarre. Preferite se potete lettini costruiti in legno perché risultano essere più solidi, resistenti e duraturi. Allo stesso tempo scegliete un lettino che abbia ricevuto una verniciatura con materiali atossici, tutto questo per salvaguardare la salute dei nostri piccoli. Ultimo consiglio, così come abbiamo detto poco fa, considerate il fondo del lettino con doghe. L’ideale per un lettino è che abbia il fondo che si alza e una sponda che si abbassi per permettere alla mamma di essere più vicina al bambino durante l’addormentamento.

Vi alleghiamo un link che mette a confronto diversi lettini di diversi marchi e che vi aiuterà nella vostra scelta: https://buonoedeconomico.it/opinioni/il-migliore-lettino-con-sponda/

Mamme e Papà, ricordate che il sonno del bambino è…..

lista nascita

 

 

sonno del bambino

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *