Il bambino tra i 18 e i 20 mesi

bambino tra i 18 e 20 mesi

Il bambino tra i 18 e i 20 mesi

Nel bambino tra i 18 e i 20 mesi possiamo assistere ad un nuovo step del suo sviluppo. A questo stadio di evoluzione la maggior parte dei bambini sa sicuramente camminare bene e quasi certamente correre. Il bambino si arrampica, raccoglie oggetti e giocattoli da terra senza cadere, quindi dimostra un buon senso dell’equilibrio. Mangia con un cucchiaino o una forchetta ed è in grado di pronunciare dalle 10 alle 20 parole. Non tutti i bambini sono uguali però, ed ognuno raggiunge delle tappe evolutive in base ai suoi tempi. Pertanto si potrebbe notare qualche bambino tra i 18 e i 20 mesi  essere in grado di calciare un pallone, salire i gradini e spogliarsi senza l’aiuto di un adulto. Altri invece potrebbero addirittura essere in grado di pronunciare fino a 50 parole e addirittura costruire brevi frasi.

 

Il bambino ci imita

Il bambino tra i 18 e i 20 mesi inizia ad imitare mamma e papà dopo un’attenta osservazione. Per stimolarlo possiamo proporgli di compiere piccole azioni, semplici e sempre in sicurezza, come ad esempio se vi mettete ad impastare la pasta per la pizza potete coinvolgerlo dando al bambino un po’ d’impasto e vedrete che da subito cercherà di imitare i vostri gesti. Abbiamo appena detto che il bambino in questa sua fase evolutiva è in grado di mangiare con un cucchiaino o una forchetta, ma da qui a breve tempo inizierà volerlo fare da solo. È possibile assecondarlo nel tentare di mangiare da solo, stimolando così in lui le proprie capacità motorie e la sua autonomia.

bambino-tra-i-18-e-20-mesiIniziano i “NO” e i Terrible Two

Eh si, care mamma e papà, ci avviciniamo al fatidico e così temuto periodo dei Terrible Two, che alle volte arrivano con qualche mese di anticipo. Aspettiamoci anche tanti NO. A questa età il bambino ha la necessità di voler compiere azioni da solo. Sentirete sempre più spesso parole come ” Faccio io! ” o “Faccio da solo! “. Nel limite del possibile e della sua sicurezza, lasciate che il bambino sperimenti da solo. Tutto questo accade anche perché il bambino prende sempre più consapevolezza del suo corpo e della sua capacità di poter muovere il mondo attorno a lui. Per lui inizia ad essere sempre più chiaro il principio di causa ed effetto e pertanto sente la necessità di sperimentare.

Considerando la sua grande voglia di scoprire e sperimentare cercate di tenere fuori dalla sua portata tutto ciò che potrebbe essere pericoloso per un bambino della sua età. Questi e tanti altri cambiamenti vi aspettano.

sonno del bambino

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *